Visita le ville medicee di Firenze

Lasciando la città di Firenze in direzione nord, nella prima periferia andiamo a scoprire la località di Castello, dove sono presenti due ville medicee: potrai effettuare una visita alla Villa La Petraia e al giardino della Villa Reale di Castello.

Le ville medicee

Firenze accoglie un patrimonio artistico e culturale famoso nel mondo, spesso conservato nelle ville medicee: visita la villa La Petraia e la villa Reale di Castello, poste a due passi dalla città.

Arte e cultura

Il centro storico rappresenta un museo a cielo aperto e, nella pagina del sito dedicata agli itinerari turistici, troverai molti spunti per ammirare le bellezze storico-artistiche e architettoniche di Firenze.

La Firenze-Card

La "Firenze-Card" è una tessera che dura 72 ore e permette di accedere nei principali musei, palazzi e basiliche dell’area fiorentina, senza code e senza sostenere ulteriori costi, compresi mezzi pubblici.

visite ville medicee firenze
Villa La Petraia di Firenze: visita alla costruzione medicea

Tra le più importanti visite alle ville medicee di Firenze rientra, senza dubbio, quella all'antico fortilizio di origini altomedioevali, poi chiamata Villa La Petraia, che dal 1364 appartenne alla famiglia Brunelleschi, poi divenne proprietà degli Strozzi e, dalla metà del secolo XVI, passò dalla famiglia de' Medici. Intorno al 1566-1568, Cosimo I fece ristrutturare il complesso, che donò al figlio Ferdinando I (prima cardinale, poi Granduca) al quale si deve l'ultimazione dei lavori.

Il giardino davanti la villa medicea, realizzato su progetto del Tribolo, sorge su tre terrazze sovrapposte, create mediante grandi riporti di terra. A Pietro Leopoldo, sul finire del XVIII sec., si deve il trasferimento da villa Castello alla Petraia della fontana con la Venere-Fiorenza del Giambologna, che venne collocata al centro del giardino a levante, da quel momento chiamato il Piano della figurina. Durante la visita potrai passeggiare nel parco, impiantato a fine '800 su disegno del giardiniere boemo Joseph Frietsch, che ideò anche un viale di collegamento fra le ville medicee di Castello e La Petraia, con sentieri e vialetti che salivano sulla collina.



visite ville medicee firenze

Da Firenze Capitale a opera pubblica


All'epoca di Firenze capitale d'Italia, furono eseguiti numerosi lavori di ammodernamento della villa medicea: durante la visita, verrà spiegata la trasformazione del cortile in sala da ballo (dopo averlo coperto con un lucernario di ferro e vetro), la realizzazione di due laghetti come depositi di acqua e due appostamenti per la caccia. Nel 1919, i terreni agricoli della Petraia furono ceduti dalla Corona allo Stato Italiano, destinati all'Opera Nazionale Combattenti. Il complesso della villa medicea della Petraia, abitato fino alla fine del secolo XIX, è oggi di proprietà pubblica ed è aperta alla visita turistica.






visite ville medicee firenze
Villa Reale di Castello: una visita al giardino mediceo

Il toponimo della località Castello deriva dalle cisterne (castellum) di un vicino acquedotto romano, così la borgata prese il nome di Castello dell'Olmo, anche per la presenza di un olmo secolare. Verso la fine del XV secolo, la villa fu acquistata dalla famiglia de' Medici e, intorno al 1540, Cosimo I commissionò a Niccolò Tribolo il progetto del giardino, considerato dal Vasari uno dei più "ricchi giardini d'Europa".

Durante la visita esterna alla villa medicea, noterai che il giardino rappresenta il classico esempio di "giardino all'italiana", posto verso la facciata tergale su tre terrazze digradanti. Il giardino è caratterizzato da un disegno con 16 aiuole pressoché quadrate, al cui centro si trova una bella vasca su gradini. Vicino alle due serre si apre la splendida Grotta degli Animali, costituita da due camere comunicanti, le cui pareti laterali sono sormontate da gruppi di animali e un complesso sistema idraulico alimenta una serie di zampilli, posti sul pavimento. La proprietà, passata ai Savoia, fu donata nel 1919 da Vittorio Emanuele III allo Stato Italiano e, attualmente, è sede dell'Accademia della Crusca.



visite ville medicee firenze

Visita esterna della villa


La visita esterna alla villa medicea ti farà apprezzare anche due piccoli giardini “segreti”, attigui alle limonaie, resi invisibili da alte mura. Quello ad est, denominato ortaccio, contiene un giardino aromatico. L'altro piccolo giardino, detto dell'imbrecciato, era collegato alla cucina ad uso esclusivo del padrone. In questa villa, Botticelli dipinse  "La Primavera" e "La nascita di Venere", testimonianza della sua ispirazione e del suo amore per i fiori e i giardini di Toscana.  La visita alle ville medicee di Firenze ti lascerà un ricordo indelebile.